• Italiano

Materiali e strumenti del mosaico

Gli elementi fondamentali della tecnica del mosaico fiorentino sono la tavolozza delle pietre naturali, ovvero i materiali, l’occhio e la mano dell’artefice, ovvero gli strumenti, coadiuvati da una attrezzatura assai semplice e rimasta inalterata nel tempo.

In Museo è stata ricostruita la sequenza delle fasi di realizzazione di un mosaico, che si può riassumere nei seguenti punti:

  • lucido delle sezioni che compongono il mosaico;
  • taglio delle fette dai ciottoli di pietra, scelta nelle sfumature più adatte alla resa del modello;
  • incollaggio della sezione in carta sulla fetta di pietra, che viene fissata sul banco da lavoro;
  • taglio della sezione con archetto e abrasivo intriso con acqua;
  • assemblaggio dal rovescio, con adesivo (colofonia) delle sezioni che formano una parte (frutto, fiore..) e fissaggio con gesso ad una lastra;
  • incasso degli elementi già collegati, spianati e foderati sulla lastra di fondo e applicazione dell’insieme su un supporto di lavagna;
  • lucidatura della superficie con polveri abrasive metalliche di grana via via decrescente trascinate da un ciottolo di piera dura.