• Italiano

Settore restauro sculture lignee policrome

 scultura lignea è un manufatto complesso per la compresenza di materiali e tecniche diverse. Come venivano frequentemente coinvolte professionalità diverse per la realizzazione delle opere, anche nel loro restauro sono richieste competenze molto differenti, non facilmente rintracciabili in un unico operatore.
Come oggetti strettamente legati al culto, le sculture lignee dipinte erano oggetto di manutenzioni che talvolta ne alteravano il modellato e la policromia.

Spesso le opere venivano completamente ridipinte anziché integrate nelle zone dove il colore era caduto, come invece si procede oggi. Troviamo quindi sculture che hanno perso l’incisività dell’intaglio e l’originaria plasticità per la sovrammissione di vari strati di colore e talvolta anche di strati di stucco.

L’avvento e la diffusione del riscaldamento nelle chiese ha influito negativamente sulla conservazione delle opere lignee poiché le sottopone a bruschi sbalzi di temperatura e umidità che inducono movimenti nella struttura di legno con conseguenti spacchi, sollevamenti e cadute della preparazione e della pellicola pittorica.

Il restauro delle sculture lignee comporta molto spesso tempi particolarmente lunghi per la necessità di eseguire numerose e complesse indagini diagnostiche, il consolidamento della struttura lignea e degli strati pittorici e, talvolta, la rimozione di numerosi strati di policromie aggiunte nel tempo. Quando è necessario realizzare anche delle integrazioni lignee di dimensioni importanti, solitamente si ricorre al sistema della tassellatura, utilizzando cioè più moduli lignei con fibratura parallela, incollati fra loro solo sulle facce. Successivamente si procede alla lavorazione con arnesi per realizzare l’intaglio desiderato. Queste integrazioni sono realizzate seguendo il criterio di massima compatibilità del materiale ricostruttivo rispetto alla parte originale, di minimo intervento, inteso come maggiore conservazione possibile della parte lignea originale, di stabilità strutturale dell’intervento ed infine di possibile reversibilità.


Direttore
Laura Speranza

Restauratore
Maria Donata Mazzoni, Maria Cristina Gigli, Peter Stiberc

OPD-sett-Sculture-Lignee-foto-Pino-Zicarelli-