• Italiano

Fotografia digitale

L’acquisizione di immagini digitali viene realizzata tramite uno scanner lineare, mod. 6000 della Better Light, con una risoluzione di 6000x8000 pixel su un’area di 72x96 mm² e con una profondità colore a 24 bit, direttamente su banco ottico (Sinar).

Questa strumentazione è utilizzata per le riprese e l’acquisizione di opere d’arte nel visibile, con calibrazione del colore in linea tramite il sistema Macbeth, in fluorescenza ultravioletta e nell’infrarosso vicino.

La possibilità di trattare direttamente le componenti RGB dell’immagine a colori e la componente dell’IR vicino permettono la combinazione elettronica per la ripresa in falso colore; i file che si ottengono (formato TIFF) hanno infatti la stessa dimensione di 137 Mb, sia a colori che in infrarosso a falsi colori, e questo consente la perfetta sovrapposizione delle immagini per un immediato confronto.

Lo stesso sistema di scansione è utilizzato anche per l’acquisizione delle lastre radiografiche in formato digitale, in quanto fornisce immagini con una definizione sufficiente alla lettura dei minimi dettagli e consente una rapida e agevole consultazione dei dati.

Parallelamente allo scanner viene utilizzata la camera digitale Silvestri BICAM II con dorso digitale applicato Hasselblad (Imacon) Ixpress 132 C con sensore a 22 MPixels (profondità colore a 16 bit, dimensione immagine 66 Mbyte 8 bit RGB/132 MByte 16 bit RGB) oppure la camera digitale Nikon D100, utilizzata prevalentemente per riprese macro.

Sempre in dotazione al Laboratorio Fotografico sono le camere digitali Sony R1 e Nikon D2.
Fis 9 visibileFis 9 radenteLabFotDip 5 visLabFotDip 5 UVLabFotDip 5 radLabFot 26 cofanetto primaLabFot 26 cofanetto dopoLabFot 26 cofanetto dopo1