• Italiano

Ripresa in luce radente

Lo scopo dell’osservazione in luce radente di una stesura pittorica, o più in generale di una superficie di un manufatto, è quello di ottenere informazioni sulla tecnica d’esecuzione dell’opera e sul suo stato di conservazione.

La fotografia in luce radente si effettua illuminando l’oggetto da un solo lato con angoli di incidenza della radiazione da valutarsi di volta in volta (comunque sempre superiori a 80° rispetto alla normale all’oggetto). In questo modo viene evidenziato l’aspetto tridimensionale dell’andamento superficiale dell’oggetto, a causa delle zone d’ombra che vengono a crearsi, permettendo di ottenere in molti casi importanti informazioni. Nella ripresa in luce radente la sorgente di luce deve sempre essere posta a sinistra o in alto dell’area inquadrata, al fine di ottenere un’immagine in cui la percezione del rilievo o della morfologia superficiale corrisponde a quella reale.

Mediante l’osservazione in luce radente di dipinti su tela e tavola è possibile individuare:

  • Lo stato di tensione di un supporto in tela;
  • Deformazione della tela (con carico costante);
  • L’impronta del telaio;
  • Rigonfiamenti, lacerazioni, strappi, cuciture o integrazioni della tela;
  • L’andamento della tavola e delle singole assi (loro lavorazione e tecnica di assemblaggio);
  • La presenza di elementi per l’assemblaggio (ranghette, code di rondine);
  • Il taglio delle assi (radiale o tangenziale), nodi, malformazioni;
  • La presenza di inserti lignei a “farfalla” o di altri elementi per il risanamento del supporto;
  • Lo spessore degli strati pittorici e loro sequenza di applicazione;
  • Sollevamenti, cadute e integrazioni del colore;
  • Le incisioni, bulinature e decorazioni in genere;
  • Pentimenti e rifacimenti.

Su pitture murali è possibile riscontrare altre situazioni quali:

  • I dissesti e i cedimenti della struttura portante;
  • La stesura degli strati di intonaco e la loro finitura;
  • Le “giornate” e la loro sequenza;
  • Le incisioni dirette e indirette per il riporto del disegno o per le costruzioni architettoniche;
  • L’andamento delle stesure a corpo;
  • Dorature o altri elementi applicati con tecniche varie;
  • I sollevamenti e le cadute della pellicola pittorica;
  • La solfatazione delle superfici.
LabFotDip 4 visLabFotDip 4 radFis 8 rad visFis 8 rad bisLabFotDip 6 visLabFotDip 6 rad scansioneLabFotDip 6 rad HDR assembl