• Italiano

Da Cimabue a Vasari. Repertorio delle opere d'arte alluvionate dagli Archivi dell'Opificio delle Pietre Dure

27/01/2017

Firenze, Opificio delle Pietre Dure, Salone Polivalente, via degli Alfani, 78

OPD-50annidopo-invito-1-febbraio
Nell’ambito delle celebrazioni per ricordare il cinquantenario dell’alluvione di Firenze del 1966, mercoledì primo febbraio alle ore 17.00, presso la Sala polivalente dell’Opificio delle Pietre Dure in via degli Alfani 78,

si terrà il nuovo incontro del ciclo “50 anni dopo: 1966 – 2016. Alluvione, opere d’arte, restauri”, con la presentazione del volume Da Cimabue a Vasari. Repertorio delle opere d'arte alluvionate dagli Archivi dell'Opificio delle Pietre Dure, a cura di Anna Mieli, Irene Foraboschi, Elena Nazzari.
Interverranno Marco Ciatti, Cristina Acidini e Anna Mieli.
Questa è parte del Comunicato Stampa che potrà essere scaricato  (vedi in basso)

L’incontro, mercoledì 1 febbraio 2017 alle ore 17.00, presso la sala polivalente di via degli Alfani 78, vedrà la presentazione del volume: Da Cimabue a Vasari. Repertorio delle opere d’arte alluvionate dagli Archivi dell’Opificio delle Pietre Dure, a cura di Anna Mieli, Irene Foraboschi, Elena Nazzari, edizioni Edifir Firenze. Interverranno all’incontro Marco Ciatti, Cristina Acidini e Anna Mieli. 

Il 50° anniversario dell’alluvione è stato occasione per intraprendere una capillare ricognizione nell’Archivio dei Restauri e Fotografico dell’Opificio delle Pietre Dure, allo scopo di censire tutte le opere delle quali era rimasta traccia documentaria dal 1966 ad oggi. Il repertorio presenta i risultati del lavoro: una raccolta di opere, suddivise per luogo di alluvione, identificabili attraverso le loro fotografie corredate dai loro dati identificativi. Arricchiscono il volume alcuni indici analitici che ne consentono una agevole consultazione.

Documenti da scaricare