• Italiano

E intanto Bondi rimette in discussione l`Opificio

l'Unità

05/06/2008,

I tagli del governo Berlusconi non mettono solo a rischio l`Accademia della Crusca e il Festival Pucciniano ma anche l`Opificio delle Pietre Dure. Il ministro dei beni culturali Sandro Bondi, ieri in commissione cultura al Senato, da una parte ha sostenuto l`impegno per la progressiva crescita degli stanziamenti per le politiche culturali ma non ha saputo porre un freno ai tagli imposti da Tremonti. La sostanziale conferma dell`annullamento dei finanziamanti penalizza grandi istituzioni e getta un`ombra anche sul fronte del restauro dal momento che il ministro ha sostenuto l`esigenza di procedere ad una forte integrazione tra l`istituto centrale per il restauro di Roma e l`Opificio delle pietre dure. «Non vorrei che fosse la premessa per un passo indietro rispetto all`autonomia che avevamo garantito al prestigioso ente fiorentino» dice il senatore del Pd Andrea Marcucci che mette in evidenza anche come, sul paesaggio, ci sia «una notevole distanza tra gli impegni e la realtà». Se da una parte, infatti, Bondi sostiene che «bisogna dare impulso alle azioni volte al recupero di paesaggi compromessi e degradati», dall`altra è ormai certo che nei prossimi tre anni verranno meno 45 milioni di euro, espressamente indirizzati dall`ex ministro Rutelli proprio ad evitare il rischio di altre Monticchiello. «Bondi in commissione si è anche soffermato sull`esigenza di valorizzare il turismo di qualità - spiega ancora Marcucci -. Un impegno condivisibile ma che mal si concilia con l`annullamento di 1,5 mioni di curo al Festival Pucciniano in occasione del 150° anniversario della nascita del Maestro, cioè ad un evento capace di attrarre turismo colto. Su questo punto in particolare, il ministro nella sua relazione non ha speso nemmeno una parola. La nostra preoccupazione, sul buon esito della straordinaria stagione che si sta aprendo a Torre del Lago, è particolarmente marcata. Mi auguro che il ministro trovi il modo di ripristinare finanziamenti vitali ad un settore fondamentale per l`economia del paese, anche attraverso il bilancio ordinario del Ministero».

(articolo trascritto) l'Unità