• Italiano

Base originale della fontana del Cinghiale cosiddetto “Porcellino"

Firenze, Loggia del Mercato Nuovo, la "Fontana del Cinghiale" di Pietro Tacca:
problematiche di pulitura e di ricollocazione della Base originale.

La "Fontana del Cinghiale" di Pietro Tacca è un gruppo bronzeo composto dal "Porcellino" e dalla sua Base. Quest'ultima fu ricoverata nel Lapidarium del Museo di San Marco nel 1857 e al suo posto fu eseguita una copia interpretativa da Giovanni Benelli. La fontana venne restaurata nel 1998, collocata al Museo Bardini di Firenze e sostituita sotto la loggia con una copia realizzata dalla Fonderia Marinelli.

Col recente restauro della Base originale si riuniranno dopo quasi due secoli i due bronzi del Tacca ma come possiamo intuire, attualmente, si è creato un problema di ricollocazione di questi con la base ottocentesca.

Fino al 2008 l'opera, visibile solo su richiesta, non aveva subito alcun tipo di intervento. Il restauro, eseguito da Elena Della Schiava dal dicembre 2008 al giugno del 2010, è stato particolarmente impegnativo nella messa a punto delle metodologie di pulitura delle superfici bronzee.

La Base si presentava in uno stato di conservazione pessimo e disomogeneo. Essendo stata usata come fontana i rilievi scultorei erano totalmente occlusi da incrostazioni calcaree e depositi di materiale gessoso - silicatico, nonché alterati dai prodotti di corrosione tipici del bronzo. La scelta del livello di pulitura cui tendere, coadiuvata dalla campagna diagnostica, è stata quindi obbligata dalle pessime condizioni di conservazione.

porcellino-originale--3 [004]porcellino-originale-DSC04407