• Italiano

Madonna col Bambino, Donatello, Chiesa di San Francesco, Citerna (Perugia).

Si tratta di un gruppo plastico a tutto tondo in terracotta dipinta a freddo, raffigurante la Madonna in piedi col Bambino in braccio, alto 110 cm. su una base larga 33 cm. e profonda 30.

L’opera è stata individuata e studiata da Laura Ciferri nella chiesa di San Francesco a Citerna una piccola località dell’alta Umbria ed è stata attribuita abbastanza recentemente da Giancarlo Gentilini alla mano di Donatello, la datazione proposta è compresa fra il 1415 e il 1420.

Una caratteristica delle terrecotte dipinte a freddo era la ricca policromia, purtroppo per le opere devozionali s’interveniva spesso con interventi pittorici per migliorare il loro aspetto in alcuni casi si stravolgeva completamente il colore originale per rimodernare l’immagine dell’opera. E’ il caso della Madonna di Citerna che presenta come ultimo intervento una grossolana ridipintura della superficie datata 1839 eseguita da Amato del Citerna.

L’intervento di restauro è iniziato con una campagna d’indagini scientifiche per analizzare gli strati pittorici ed ha evidenziato sopra la dipintura originale ben tre stesure pittoriche.

Il restauro in questo momento è concentrato sulla delicata fase della rimozione degli strati pittorici non pertinenti ed il consolidamento dello strato originale. Il recupero della policromia originaria anche se presenta parzialmente alcune lacune ha messo in risalto la raffinatezza delle stesure pittoriche degli incarnati e delle vesti arricchite da decorazioni dorate che si rilevano anche nei capelli delle due figure.

 

Al termine dei lavori:


Direzione lavori
Laura Speranza

Direzione tecnica
Rosanna Moradei

Restauro
Rosanna Moradei
con la collaborazione di Akiko Nishimura

Indagini scientifiche
Monica Galeotti

 

 

Gallerie fotografiche

Clicca sulle immagini per visualizzare la galleria fotografica

Oltre alle foto a commento dell'articolo sono disponibili 2 ricche Gallerie fotografiche

1 - L'opera prima del restauro2 - Particolare prima del restauro3 - Particolare del manto della Madonna durante il restauro in evidenza  la stesura originale con decorazioni dorate4 - Rosanna Moradei e Akiko Nishimura al tavolo di lavoro in laboratorio