• Italiano

Tecnica esecutiva

La tecnica pittorica originaria è in monocromo verde. L'uso della terra verde citato già da Cennino Cennini nel suo Libro dell'arte, consentiva di realizzare a basso costo superfici murali molto vaste e soprattutto era impiegato per quei luoghi considerati di minore importanza e di passaggio, oltre che per sottolineare aspetti pauperistici. La velocità con cui si potevano eseguire le decorazioni utilizzando questa tecnica e la grande economicità, hanno garantito successo e apprezzamento in ambienti religiosi, ma anche in ambito privato laddove i committenti hanno dato prova di preferire simili decorazioni per la loro semplicità e sinteticità in ambienti come la loggia di palazzo Datini a Prato o l'altana di palazzo Rucellai a Firenze.  

Seppur non si tratta della tecnica più adatta alle decorazioni in esterno poiché il pigmento, a grana non troppo fine, nel momento della stesura ad affresco difficilmente si fissa durante il processo di carbonatazione, era piuttosto usato in virtù dei costi limitati. Il processo di degrado che inevitabilmente si innescava, e di cui lo stesso Cennini era consapevole, è infatti sempre passato in secondo piano in favore della rapidità esecutiva e della economicità con cui si potevano realizzare interi ambienti.

Nelle Storie di Santa Verdiana l'artista ha adoperato sia la tecnica ad affresco che quella a secco. L'intonaco è coevo alla pittura poiché vi è corrispondenza di incisioni e battiture di corde. Il disegno preparatorio degli elementi figurativi è stato tracciato direttamente sull'intonaco a pennello con dell'ocra gialla stemperata in acqua e ripassato con del nero. L'aver tracciato in modo diretto queste parti della decorazione fa supporre che il pittore si avvalesse di modelli a cui ricorrere per strutture semplici. Al di sopra del disegno preparatorio c'è una campitura a monocromo di verde con effetti chiaroscurali resi graduando tonalmente il colore. I bordi delle figure sono ripassati con del nero e le parti in luce
lumeggiate con del bianco. La restante pittura presenta una tavolozza molto semplice composta per lo più da terre e ocre. L'aver utilizzato una tecnica mista, assieme ai danni causati dalle alluvioni, ha provocato un indebolimento generale dell'intera decorazione.