• Italiano

Pallio di S. Lorenzo (1261 d.C) Museo di S. Agostino, Genova

Opera e tecnica esecutiva

Il Pallio di San Lorenzo fu donato alla città di Genova dall’Imperatore bizantino Michele VIII Paleologo, presumibilmente nel 1261 come indica didascalia ricamata in calce alla scena dedicatoria centrale, in osservanza di patti politico-militari e commerciali stipulati tra l’Impero Bizantino e La Superba.

L’opera è composta da un raro e prezioso sciamito unito di colore rosso di grandi dimensioni (circa 374 cm x 136 cm) ricamato con sete policrome e filati metallici narrante le scene di vita e il martirio dei Santi Lorenzo, Ippolito e Sisto. Dalle indagini preliminari è emersa per i ricami la presenza di filati argentei e la probabile presenza di filati aurei, oltre a probabili sete di svariate cromie.

Intervento

L’opera è stata per lungo tempo conservata in una teca all’interno del Museo di Palazzo Bianco a Genova. Nel 2010 il Pallio è giunto presso i laboratori della Fortezza da Basso dove è iniziata una complessa fase preliminare di studio ai fini della conoscenza dei materiali costitutivi e della tecnica esecutiva. Parallelamente alla fase di studio e mappatura di materiali, tecniche e stato di conservazione, sono state avviate le indagini diagnostiche e prove tecniche preliminari. Questa complessa fase permetterà di progettare, secondo la prassi operativa del Settore di Restauro dei Tessili, un corretto e rispettoso intervento conservativo.

In relazione alla grande quantità di dati che verranno raccolti è stato inoltre avviato un progetto di sviluppo e inserimento del materiale in un programma di archiviazione dei dati appositamente creato. Lo strumento nel quale far confluire tutta la massa dei dati che saranno raccolti è rappresentato dal programma informatico di nuova concezione “Modus Operandi”. Tale programma è finalizzato all’acquisizione e gestione, in un sistema informatico integrato, di tutta la documentazione informatica prodotta dalle indagini diagnostico-conoscitive e dagli interventi di restauro riguardanti un manufatto, ed è stato appositamente concepito e realizzato per questo scopo dalla ditta Cultura nuova di Massimo Chimenti, con la collaborazione di questo Istituto.

Analisi e indagini eseguite

  • Visibile
  • Radente
  • Ortofoto
  • Fluorescenza UV
  • Multispettrale
  • RX
  • XRF

Mostra  

Aspettando il Pallio di San Lorenzo . Arte, Storia e restauro


Galleria fotografica

01. Pallio intero fronte02. Pallio particolare ricami