• Italiano

Giovanni Pisano, Pulpito, Sant'Andrea, Pistoia

Pulpito, Sant'Andrea, Pistoia

L'intervento di restauro del Pulpito è in fase di avvio e la prima operazione sarà la verifica e il completamento della mappatura grafica della tecnica esecutiva, dello stato di conservazione e degli interventi precedenti.  

Descrizione

Il lavoro di realizzazione del Pulpito è iniziato nel 1298 e terminato nel 1301.

La struttura riprende quella del pulpito del Battistero pisano: di forma esagonale appoggia su sette colonne (sei ai vertici e una centrale) delle quali due sorrette da leoni stilofori e una da un telamone, mentre la colonna centrale poggia su tre figure, un leone alato, un'aquila e un grifone e le ultime tre poggiano direttamente a terra. L'organizzazione dei rilievi del parapetto, intervallati solo da altre figure collocate agli angoli, riprende invece il pulpito di Siena. Gli archetti trilobati che sorreggono la parte superiore sono più rialzati, a sesto acuto, per dare maggiore slancio verticale all'opera.

Il programma iconografico riprende i modelli paterni, con Allegorie nei pennacchi degli archetti, Profeti a figura intera, appoggiati alle mensole dei capitelli e i cinque parapetti del pulpito con Storie della vita di Cristo: Annunciazione, Natività, Annuncio ai pastori; Sogno e adorazione dei Magi; Strage degli Innocenti; Crocifissione; Giudizio Universale.

Il sesto parapetto non esiste perché su quel lato vi è aperto l'accesso. 

Bibliografia

  • Carli E., Giovanni Pisano, Il Pulpito di Pistoia, Mondadori, Milano 1986
  • De Vecchi P., Cerchiari A., I tempi dell'arte, volume I, Bompiani, Milano 1999
  • Adorno P., Mastrangelo A., Segni d'arte, Casa editrice G. D'Anna, Firenze 2007
  • Siedel M., Padre e figlio. Nicola e Giovanni Pisano, Marsilio editore, Venezia 2012