• Italiano

Professione restauro. Le esperienze dei diplomati dell’Opificio delle Pietre Dure

OPD-ConvegnoSAFS7maggio2014_Pagina_1Il 7 maggio 2014 scorso, presso l’ Auditorium di sant’Apollonia a Firenze si è tenuto il convegno Professione Restauro: le esperienze dei diplomati dell’Opificio delle Pietre Dure.

La giornata, organizzata dall’OPD e dalla Scuola di Alta Formazione e di Studio che opera al suo interno dal 1978 - grazie all’istituzione da parte di Umberto Baldini di un corso dedicato alla formazione del restauratore di Beni Culturali- ha inteso presentare al pubblico un esempio degli interventi di conservazione e restauro compiuti dai propri diplomati, oggi professionisti affermati in vari campi. In un contesto in divenire come quello odierno, l’Istituto ha voluto fare il punto sulla situazione attuale, ripercorrendo i punti nodali che hanno dato l’avvio ai nuovi corsi accademici (attivi dal 2010) ma nello stesso tempo dando rilievo alla formazione dei diplomati della precedente ordinamento.

I quindici interventi presentati sono esempi significativi di attività di restauro e ricerca in vari campi e mettono in rilievo l’alta specializzazione che contraddistingue la formazione pregressa, svolta negli undici settori didattici in cui la scuola era suddivisa fino al 2009.

Grazie al prezioso contributo del Dott. Giuliano Gori della Fondazione Gori di Santomato a Celle che ha già in passato collaborato con la Scuola , in occasione del Master di I livello sulla Conservazione e il restauro delle opere d’arte contemporanee, tenutosi nell’anno accademico 2011-2012, è stato possibile sponsorizzare parte del convegno.

Un’altra iniziativa della SAf sarà la pubblicazione di un Repertorio di Diplomati della Scuola sempre del vecchio ordinamento.

Il repertorio nasce con l’intento di essere un pratico strumento, una guida indirizzata alle Soprintendenze, ai Musei, agli enti pubblici e privati, per poter facilmente individuare gli esperti dei vari settori di restauro e servirsene all’occorrenza. Per questo motivo il taglio editoriale sarà semplificato, con una scheda per ogni professionista, contenente dati utili all’utente, come la formazione, l’esperienza professionale nel settore di appartenenza e le informazioni base per agevolare la ricerca.

 

Programma degli interventi

  • Antonia Pasqua Recchia, Segretario Generale del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

  • Sara Nocentini, Assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Toscana.

  • Gisella Capponi, Direttore dell’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro di Roma.

  • Maria Cristina Misiti, Direttore dell’Istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario di Roma.

  • Antonella Salvini, Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Scienze e Materiali per la Conservazione e il Restauro dell’Università di Firenze.

  • Marco Ciatti, Soprintendente dell’Opificio delle Pietre Dure e Laboratori di Restauro di Firenze.

Prima sessione presieduta da Letizia Montalbano

  • 11.00 – Ilaria Pennati, “Restauro e ricomposizione della statua di Bonifacio VIII di Arnolfo di Cambio del Museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore di Firenze”

  • 11.20 – Lucia Nucci, “Il restauro dei paramenti liturgici di San Bernardo degli Uberti nella chiesa di Santa Trinita a Firenze”

  • 11.40 – Bartolomeo Ciccone, “Dal Beato Angelico al Seicento fiorentino: restauri sulle pitture murali del Chiostro di Sant’Antonino nel Museo di San Marco di Firenze”

  • 12.00 – Flavia Callori, “Il calice di Guccio di Mannaia del Tesoro di San Francesco ad Assisi”

  • 12.20 – Paolo Pecorelli, “Il restauro del Tempio di Giunone ad Agrigento”

  • 12.40 – Marina Zingarelli, “Il restauro della tunica del Profeta Maometto della moschea di Hirka-i Serif a Istanbul”

  • 13.00 – Jennifer di Fina, Bruna Mariani, Mari Yanagishita, Raffaella Zurlo, “Il restauro dell’Altare argenteo di San Giovanni nel Museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore a Firenze”

Seconda sessione presieduta da Maurizio Michelucci

  • 14.20 – Cesare Pagliero, “Il restauro del Trittico di Turino Vanni nella chiesa di S. Bartolomeo degli Armeni a Genova di Genova”

  • 14.40 –Federica Favaloro, Martina Panuccio, Alice Papi, “Il restauro degli arazzi del Museo del Tesoro di Vigevano: il caso di Ester che intercede per il popolo ebraico”.

  • 15.00 – Elisa Pucci, “Il restauro del Crocifisso bronzeo dell’Ospedale del Ceppo a Pistoia”

  • 15.20 –Eva Mentelli, “Il paliotto ligneo d’Altare di Pietro Piffetti nella sagrestia della Cappella Sistina”

  • 16.00 –Lucia Dori, “Il tondo di Botticelli e bottega nella Sala di Prometeo della Galleria Palatina di Firenze”

  • 16.20 –Shirin Afra, “Il restauro della Madonna con Bambino e della sua cornice con festoni e cherubini attribuiti a Luca Della Robbia “Il Giovane” dalla chiesa di San Francesco a Citerna”

  • 16.40 –Livio Nappo, “Il restauro della pergamene: l’Atto di aggregazione all’Arciconfraternita del SS. Crocifisso in Urbe di Vittoria”

  • 17.00 –Chiara Martinelli, “Restauro e musealizzazione di una porzione di mosaico da Bonomia”

  • 17.20 – Conclusioni: Giorgio Bonsanti.