• Italiano

Progetti di ricerca in corso

  • Madaba Conservation of Mosaic School (Giordania), unitamente al Settore mosaico e commesso fiorentino dell'OPD (1998).

  • Università di California-Los Angeles nella missione archeologica di Tell Mozan/Urkesh, in Siria, diretta da Giorgio Buccellati (1999-2000).

  • Dipartimento Beni Culturali del Ministero della Cultura della Repubblica di Croazia, unitamente al Settore restauro bronzi, e Gabinetto scientifico dell'OPD, nel restauro della grande statua bronzea di Apoxyomenos recuperata nel 1999 dai fondali del mare di Lussino (1999-2000).

  • Tecniche di microscavo in laboratorio 

Negli ultimi anni è stato sviluppato un progetto didattico e di ricerca riguardante le tecniche di microscavo in laboratorio con lo scopo di migliorare ed affinare le metodologie di prelievo dei materiali archeologici che, per loro natura si presentano particolarmente delicati (avorio, legno, fibre tessili, metalli, vetri, ecc.) o che sono stati rinvenuti in condizioni di estrema frammentazione e/o consistente deformazione.

Il percorso di approfondimento sulle tecniche è stato avviato in occasione di una tesi della Scuola di Alta Formazione e di Studio ed è proseguito nell’ambito dei corsi curricurali della Scuola e di quelli attivati in relazione al progetto triennale Internetional Training Project  (ITP) che studenti e restauratori provenienti da Istituzioni estere.

In particolare, la ricerca si è concentrata su reperti metallici provenienti da contesti funerari prelevati in blocchi di terra e poi scavati presso il Laboratorio di restauro del Settore bronzi ed armi antiche.

Di grande ausilio è stato l’utilizzo dei dati forniti dalla tomografia computerizzata multistrato e dalla radiografia X che hanno permesso di indirizzare le varie fasi di lavoro e mettere appunto una prassi operativa da applicare ai differenti casi studio.

Sviluppi futuri di questo lavoro saranno legati all’applicazione della metodologia proposta su altri contesti in maniera da valutarne eventuali limiti e implementarne i punti di forza.