• Italiano

Bergamo, Accademia Carrara - Cantiere della S.A.F.

CANTIERE DI RESTAURO 2003
Sette cartoni preparatori del XIX secolo
Bergamo, Accademia Carrara 
 
Giuseppe Diotti (Casalmaggiore, 1779 - Bergamo, 1846)
L'apparizione degli angeli agli Apostoli, 1830
mm 2860x5100
L'incredulità di san Tommaso, 1832
mm 2500x4450
La benedizione dei fanciulli, 1833
mm 2580x5000

La consegna delle chiavi a Pietro, 1834
mm 2470x4360

L'Assunzione della Vergine
mm 2100x2580
Francesco Coghetti (Bergamo, 1802 – Roma, 1875)
L'Assunzione della Vergine
mm 3000x6000
Anonimo, sec. XIX
Copia dell'Adamo dal Giudizio Universale di Michelangelo
mm 1500x1450  

Nel 2003, su richiesta del Comune di Bergamo e sotto la supervisione della Soprintendenza ai Beni Storico Artistici di Milano, gli allievi del I anno del corso di Restauro di Materiali Cartacei e Membranacei della Scuola di Alta Formazione dell’OPD, hanno partecipato al cantiere di restauro di sette grandi cartoni preparatori per affresco conservati presso alcuni ambienti dell’Accademia  Carrara di Bergamo. 

La serie si componeva di quattro cartoni di Giuseppe Diotti con Storie della vita di Gesù, preparatori per gli affreschi del presbiterio del Duomo di Cremona; di un altro cartone dello stesso con L’Assunzione della Vergine, preparatorio per l’affresco di Villa Camozzi a Ranica ed uno studio con il medesimo soggetto realizzato dal suo allievo Francesco Coghetti, preparatorio per la pala d’altare della chiesa parrocchiale di Calcinate. Un ultimo cartone, il più piccolo della serie e non attribuito, presentava invece una copia dell’Adamo tratta dal Giudizio Universale di Michelangelo. 

Tecnica di esecuzione e stato di conservazione

I cartoni preparatori sono eseguiti a carboncino e matita nera su carta da spolvero, in rotoli. Le opere, conservate entro telai e appese alle pareti di due aule dell’Accademia senza alcuna protezione, si presentavano coperte da uno spesso strato di polvere e in cattivo stato di conservazione a causa di strappi e  mancanze su tutta la superficie. 

L’intervento

L’intervento, finalizzato alla messa in sicurezza delle opere in vista dei lavori di restrutturazione dei locali dell’Accademia che le ospitavano, ha comportato lo smontaggio dei cartoni dai telai e la realizzazione di un sistema conservativo temporaneo, in vista della loro movimentazione e successivo restauro.

L’intervento, in situ, si è svolto secondo le seguenti fasi:

  • Stacco dei cartoni dalle pareti (intervento effettuato da una ditta specializzata individuata dalla Soprintendenza)
  • Microaspirazione delle polveri dal recto
  • Macroaspirazione delle polveri dal verso del telaio e della tela di rifodero
  • Stacco delle opere dai telai
  • Velinatura del recto con carta giapponese per consolidare e proteggere la carta, deteriorata in più punti  e i media grafici
  • Velinatura del verso con lo stesso sistema
  • Arrotolamento dei cartoni su rulli di PVC di 70 cm di diametro, per consentirne il trasporto al di fuori dell’edificio ed una conservazione in sicurezza in vista del necessario restauro 

Direzione tecnica dell’intervento

Letizia Montalbano e Michela Piccolo 

Assistenti restauratori

Gabriele Coccolini e Donatella Pucci 

Allievi

Sara Micheli, Livio Nappo, Elisabetta Polidori, Emanuela Spera


Bibliografia specifica sul cantiere

  • S. Conti, L. Montalbano, M. Piccolo, Un cantiere su opere grafiche di grande formato. Lo smontaggio e la sistemazione di sette cartoni preparatori del XIX secolo dell'Accademia Carrara di Bergamo, in “OPD. Restauro”, 16, 2004, pp. 150-156.